Geografia e suddivisione

Pin It
Capitale: Madrid

Superficie: 504.782 km²

Popolazione: (dato 2009)
  • Totale: 45.989.016 ab
  • Densità 91,13 ab./km²

È bene ricordare che la distribuzione della popolazione non è equilibrata, ma è influenza dalla conformazione e dalle caratteristiche economiche del territorio, nonostante il fenomeno dell’urbanizzazione sia abbastanza recente: la capitale, Madrid, ospita più di 3 milioni di abitanti (che diventano 6 milioni se si tiene n considerazione l’intera area metropolitana); lungo le coste, le valli dei fiumi e nelle zone economicamente più sviluppate, la densità supera i 300 abitanti per km². In molte aree della meseta, invece, la densità è al di sotto dei 25 ab. per km².

La popolazione spagnola presenta una forte mescolanza etnica dovuta a invasioni, migrazioni e dominazioni. Popolazioni di celti, iberi, fenici, greci, cartaginesi, romani, visigoti si sono succedute nei secoli e hanno lasciato nelle diverse regioni le tracce della loro presenza. La popolazione attuale è comunque costituita in massima parte da spagnoli appartenenti a diversi gruppi etnico-linguistici (castigliani, catalano-valenciani, galiziani, baschi, ecc) e da una minoranza di stranieri che, agli inizi del 2008, rappresentava oltre l’11% della popolazione globale.

La lingua ufficiale della Spagna è il castigliano (noto anche come spagnolo)

Anche se alcune comunità autonome utilizzano, in regime di co-ufficialità, il catalano/valenziano (Catalogna, Baleari, Comunità Valenciana) il gallego (Galizia) e il basco (Euskadi, Navarra).

Vi sono altre lingue minori, utilizzate localmente, che pur non essendo riconosciute ufficialmente, vengono tutelate ed incoraggiate. Si tratta dell΄asturiano, del leonese e del dialetto d’Estremadura, l’aragonese. Se non parlate spagnolo, non vi preoccupate di non riuscire a comunicare. Molti spagnoli parlano e comprendono l’italiano, ed anche chi non parla, generalmente si mostrerà amichevole e cercherà di capirvi e di aiutarvi.

La speranza di vita degli spagnoli, di circa 84 anni, è una delle più alte del mondo. Ne consegue che quasi il 15% della popolazione ha meno di 15 anni, mentre più del 16,5% supera i 65. In relazione agli altri paesi dell’Unione Europea, la popolazione spagnola è comunque relativamente giovane.

La Spagna è un paese laico e la sua Costituzione sancisce la libertà di religione. Tuttavia la maggior parte degli spagnoli, quasi il 90%, è di fede cattolica, anche se il numero dei praticanti, negli ultimi anni, sta registrando una certa flessione.

Territorio

Il Regno di Spagna, fa parte, con Portogallo, Andorra e Gibilterra della penisola Iberica (della quale occupa oltre l’80% del territorio). La Spagna confina a nord-est con la Francia (dalla quale è separata dai Pirenei) e il principato di Andorra, a ovest con il Portogallo. A nord, nord-ovest e sud-ovest è bagnata dall’oceano Atlantico, mentre a est e sud-est è bagnata dal mar Mediterraneo.

Separata dal continente africano dallo stretto di Gibilterra (colonia britannica), la Spagna, oltre a numerose isole site in territorio europeo, possiede, nel continente nero, alcune città autonome come Ceuta e Melilla e le Islas Chafarinas.

La Spagna è suddivisa, dal 1978, in 17 regioni autonome (comunidades autónomas) che sono ulteriormente suddivise in 50 province. Le 17 Comunità Autonome sono: Andalusia, Aragona, Asturie, Baleari, Canarie, Cantabria, Castiglia-La Mancia, Castiglia e León, Catalogna, Comunità Valenciana, Estremadura, Galizia, La Rioja, Madrid, Murcia, Navarra e Paesi Baschi.

Vi sono inoltre due città autonome: Ceuta e Melilla *designate ufficialmente come Plazas de Soberanía en el Norte de África). Le Comunità Autonome, aventi – nei limiti costituzionali – ampie libertà – nascono dalla necessità di riconoscere la presenza di popoli con culture diverse. La Spagna si caratterizza per la sua forma tozza e poco articolata e per una grande ricchezza paesaggistica.

Le 3 grandi regioni geografiche spagnole sono

  • L’altopiano centrale della Meseta
    Occupa più dei ¾ del territorio spagnolo; vasto e semiarido, è di antica formazione. Delimitato a Est dal Sistema Iberico ed a sud dalla Sierra Morena, questo antico tavolato di origine ercinica avente un’altitudine media di circa 600 metri, è diviso dal Sistema Centrale in due distinte sezioni – Meseta Settentrionale e Meseta Meridionale. Rilievi maggiori del Sistema Centrale sono la Sierra de Guadarrama, la Sierra de Gredos (2.592 m) e i Monti di Toledo.
  • Le catene settentrionali
    Caratterizzate da una ricca e rigogliosa vegetazione, sono costituite dai “giovani” Pirenei e dall’”antica” Cordigliera Cantabrica (culminante nei Picos de Europa, 2.648 m) che corre lungo la costa.
  • Il Sistema Betico, a Sud
    E’ formato da una serie di catene montuose, tra le quali la Sierra Nevada (Mulhacén). Le pianure, poco estese, sono sulle sottili fasce costiere.

Il territorio Spagnolo, in prevalenza montuoso, alimenta una fitta rete idrografica contraddistinta, per motivi climatici, da fiumi di modesta portata. Ebro (l’unico navigabile) Turia, Jucar si gettano nel Mediterraneo, mentre quattro sono i fiumi che sfociano nell’Atlantico il Tago (il più lungo della penisola Iberica), il Douro (avente il più ampio bacino imbrifero del Paese), il Guadiana e il Guadaluivir.

I laghi, perlomeno quelli naturali, non raggiungono dimensioni considerevoli. L’unico degno di nota è il Lago de Sanabria (318.7 ettari), il lago glaciale più grande della Penisola Iberica.

Numerosi invece i canali
  • Canale de Penas
  • Canale di Veras
  • Canale di Ortegal
  • Canale de la Finisterre

Le coste spagnole si estendono per 4.964 km ed i suoi litorali sono molto diversi tra loro: ad esempio, in molti punti la costa è interrotta da rilievi che scendono verso il mare e vanno a formare promontori rocciosi; sulla costa nordoccidentale, nel golfo di Biscaglia e nel territorio galiziano affacciato sul mare Cantabrico, il litorale è scosceso e caratterizzato da insenature profonde (rías). Decisamente più dolce, invece, la costa mediterranea, lunga circa 1.660 km; essa presenta tratti talvolta bassi e sabbiosi talvolta però dirupati e frastagliati nella Costa Brava.

La Spagna possiede diverse isole
Le principali sono raggruppate in due arcipelaghi
  • le Isole Baleari
  • le Isole Canarie

Le Baleari sono situate nel Mediterraneo, non lontano dalle coste della Comunità Valenziana e sono composte da quattro isole principali, Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera. Le Canarie (Gran Canaria, Lanzarote, Fuerteventura, Tenerife, La Palma, La Gomera ed infine El Hierro) invece, geograficamente parlando, sono vicine al continente africano in quanto sono site al largo del Marocco meridionale, a oltre 1000 km a sud-ovest della penisola iberica, nell’Atlantico.

Hotel Consigliati

Hostal Aresol

Hostal AresolSituato a soli 100 metri dal Chilometro Zero, vicino alla Puerta del Sol, l'Hostal Aresol sorge in un luogo eccellente da cui partire per visitare le [...]

Prado Apartmentos

Prado ApartmentosQuesti appartamenti occupano una posizione privilegiata e sono ideali per gli appassionati dell'arte e della cultura. Il famoso Museo del Prado è sit [...]

Hotel Barajas Plaza

Hotel Barajas PlazaL'Hotel Barajas Plaza si trova a soli 5 minuti in auto dall'Aeroporto di Madrid-Barajas e dal piazzale fieristico Ifema. Distribuite sui 3 piani dell [...]

Hotel Life

Hotel LifeInteramente coperto dalla connessione Wi-Fi gratuita, l'Hotel Life vi aspetta in una posizione centrale nel cuore di Madrid, a soli 5 minuti a piedi d [...]

Hostal Los Coronales

Hostal Los CoronalesQuesta struttura sorge a Los Coronales de Barajas, a 2 km dall'aeroporto di Barajas e dal Centro Fieristico IFEMA. Offre trasferimenti gratuiti da e p [...]

Flat5Madrid

Flat5MadridQuesta struttura luminosa e colorata vi permetterà di godervi l'atmosfera vivace e cosmopolita di Madrid e di gustare la colazione a letto ogni matti [...]

Hotel Ritz Madrid

Hotel Ritz MadridUbicato in posizione ideale per visitare i musei di Madrid, il sontuoso ed esclusivo Hotel Ritz by Belmond vi attende per offrirvi un soggiorno senza [...]